Salute e Benessere

Fame nervosa: trucchi per resistere al languorino

Come gestire quella fastidiosissima sensazione di fame, che ti raggiunge a qualsiasi ora della giornata? Abbiamo scelto di realizzare un piccolo vademecum di consigli da attuare in presenza della tanto diffusa fame nervosa.

Cos’è la fame nervosa

Dovete sapere che il meccanismo della fame è molto complesso e può raggiungerci sia in presenza di una reale esigenza fisica e quindi cibarsi per una reale carenza di zuccheri… oppure per una carenza sentimentale, uno scompiglio emozionale che tende a “punire” il corpo riscuotendo negli alimenti ipercalorici, un’ottima soddisfazione, come una cura.

Sarà successo un po’ a tutti di cedere a quella fetta di torta al cioccolato o di farsi ammaliare dall’improvviso fascino dei cibi spazzatura e di gustarli con passione. L’istante dopo ci sentiamo tuttavia in colpa… in fondo, potevamo evitare. Trattasi inequivocabilmente di fame nervosa.

Come gestire la fame nervosa: consigli pratici

Gestire al meglio la fame nervosa si può, basta seguire questi semplici accorgimenti.

Se state attraversando un periodo particolarmente delicato, in cui, ogni occasione è buona per mangiare cibo spazzatura (a qualsiasi ora del giorno e della notte); se ancora siete particolarmente stressati, è il caso di organizzarvi nel seguente modo, per evitare spiacevoli ed improvvisi aumenti di peso:

  • Cerca di avere a portata di mano, spuntini ipocalorici: quando meno te lo aspetti, la fame nervosa ti raggiunge. Piuttosto di fermarti al primo McDonald’s che incontri (o comprare una di quelle merendine dai distributori) munitevi di spuntini adatti all’occasione direttamente prima di uscire di casa (Yogurt, Frutta, Carote e finocchi).
  • Se la fame è nervosa, fatela calmare con la palestra: è stato provato che la palestra, se fatta con costanza anche pochi minuti al giorno, aiuta a scaricare lo stress accumulato durante la giornata e che quindi possa contribuire a far passare la fame nervosa. In qualche modo, bisogna pur scaricare la tensione e, la palestra (oppure un hobby all’aria aperta), può fare al caso nostro.
  • In presenza di fame nervosa, diminuisci l’apporto di zuccheri: la fame nervosa va placata con piccoli spuntini ma che siano quelli giusti. Mangiare un biscottino invece che una mela o uno yogurt alimenterà un processo chimico che ci spingerà a mangiarne sempre di più. Gli zuccheri si comportano così, ma per raggirare questo problema potete optare per i biscotti di farina integrale (questi hanno un rilascio energetico molto lento) e anche uno solo biscottino, al massimo due, possono bastare a far andare via la fame nervosa.
  • Caffè, Liquirizia e Crusca d’avena:  questi infine sono le tre chicche che vogliamo condividere con i lettori di Femminilità e Stile. Caffè, liquirizia e crusca d’avena sono i tre alimenti assolutamente diversi ma con una comune caratteristica alimentare: riescono a gestire la fama, allontanandola.

Potrebbe Interessarti Anche...

Back to top button