L’abbronzatura perfetta inizia dalla tavola

0
50

tan

La tua abbronzatura inizia dalla tavola

Segui tutti i suggerimenti per una tintarella irresistibile

 

Fotor0626235032

 

Il gran caldo è arrivato, l’estate si è fatta spazio, così tutti al mare nel week end e nel tempo libero. L’obiettivo, oltre al refrigerio, è solo uno: l’abbronzatura.

Molte di noi si abbandonano a spese pazze per ottenere una tonalità dorata o bronzea il più naturale possibile: prodotti specifici ipo-allergenici, anche quattro diverse tonalità di protezione per i diversi gradi di tintarella e innumerevoli idratanti, dopo sole e quant’altro.

Ciò che però occorre non dimenticare è che una buona abbronzatura inizia proprio da ciò che mangiamo!

L’epidermide, come tutti gli altri organi del nostro corpo, manifesta la nostra salute anche attraverso il modo in cui la nutriamo, non solo con prodotti idratanti e adatti alla nostra pigmentazione, ma anche attraverso il nostro regime alimentare.

Un’alimentazione ricca di grassi saturi, cibi preconfezionati pieni di conservanti e carni grasse come salumi e fritti, ingrassa i fianchi allo stesso modo della pelle, rendendola grigiastra, impura e assolutamente impreparata a ricevere i benefici della tintarella.

Ecco quindi qualche piccolo suggerimento per un’alimentazione estiva all’insegna della salute del corpo e della pelle, per favorire una invidiabile e duratura abbronzatura.

La chiave di tutto ciò sta nella coniugazione di due elementi naturali presenti l’uno nel nostro corpo  e l’altro in natura, che grazie al miracolo della digestione uniscono i loro poteri e facilitano la colorazione della nostra pelle, tramutandoci in amazzoni bronzee: la Melanina e il Betacarotene.

 

La Melanina. Questa componente, protagonista indiscussa quando si parla di nei o capelli che ingrigiscono, è anche la principale linfa della tintarella. La melanina è un polimero presente nell’epidermide del nostro corpo che ci protegge dai raggi ultravioletti del sole, rendendo la nostra pelle più scura e meno sensibile agli attacchi solari. In poche parole l’abbronzatura dorata è una difesa naturale!

Attenzione però a non dimenticare mai di applicare una protezione adeguata in base alla tipologia della nostra pelle. I raggi solari, infatti, a causa del buco dell’ozono, sono più nocivi di molti anni fa. Bisogna, quindi, sempre proteggere la pelle con un’adeguato livello di protezione in crema ed evitare le ore più calde per la tintarella: ciò che sembra una veloce tintarella alle 14.00 in serata può diventare un fastidioso eritema. Quindi, parola d’ordine: prudenza!

Il betacarotene, re degli abbronzanti naturali

Non è una novità, il betacarotene aiuta a coadiuvare  e mantenere il colorito della pelle abbronzata. Ciò che molte di noi non sanno, però, è che l’assunzione per via orale di questo pigmento (una bella insalatona di carote, per intenderci) porta l’organismo a immagazzinarlo nello strato più interno della pelle, donandole una leggerissima tonalità arancione. Unendo quest’effetto ad una esposizione solare controllata, l’abbronzatura sarà più veloce e duratura.

Nella seconda fase della digestione il betacarotene viene tramutato dal nostro organismo in vitamina A, preziosissima per il mantenimento di una pelle giovane e per la salute degli occhi.

Facilissimo reperire gli alimenti ricchi di questo pigmento miracoloso, trovandosi in tutti gli ortaggi e frutti arancioni tipici dell’estate! Via libera quindi a frullati di albicocche e mango, insalatone di carote e freschissimi antipasti al melone. Anche molte verdure a foglia ne contengono grande quantità, come spinaci, lattuga, radicchio e insalate in generale. Un modo salutare e saporito per prendersi cura della pelle!