Scopri se hai fatto colpo!

0
22

contatto2[dropshadowbox align=”left” effect=”perspective-left” width=”250px” height=”” background_color=”#ffffff” border_width=”2″ border_color=”#dddddd” ]I segnali inequivocabili dell’uomo interessato a noi. Perchè saperlo, oltre a soddisfare la nostra curiosità, può fare davvero la differenza[/dropshadowbox]

Il gioco della seduzione, i primi sguardi intensi, le occhiate di sfuggita così piene di incertezze: che bello quando l’amore inizia a sbocciare e inizia la complicata e sinuosa danza del corteggiamento.

Spesso però quando siamo alle prese con una nuova conoscenza, è difficile delineare con precisione l’effetto che abbiamo su di lui: i segnali a volte possono essere complicati da decifrare, specie se abbiamo a che fare con un uomo timido o dall’atteggiamento misterioso.

Ma io a tutti i costi devo sapere se gli piaccio o no!! Come fare?

…Semplice!

Ci vengono in aiuto psicologia e prossemica (la scienza che studia i gesti e i comportamenti all’interno di una situazione comunicativa che implichi la prossimità fisica): se il nostro lui è misterioso e tarda a chiarire il suo interesse verso di noi, o ancora se siamo dubbiose o insicure e non sappiamo se sia o meno attratto, ecco tutti i gesti che inconsapevolmente tradiranno il suo voler essere sibillino nel comportamento!

contatto6I primi inequivocabili segnali – Situazione classica: siamo al bar con qualche amica e un gruppetto di uomini prendono il caffè a un tavolo vicino. Ci sediamo e dopo qualche istante uno di loro ci fissa. Passi una volta, magari capita di far vagare lo sguardo. Passi la seconda, è possibile che cerchi di “captare” qualche preda appetibile (purtroppo gli uomini ragionano ancora così, anche per retaggi evolutivi). Al terzo sguardo è praticamente sicuro che sia attratto o incuriosito da noi.

Quindi, se l’uomo ci guarda ripetutamente con la coda dell’occhio e distoglie lo sguardo quando si accorge di essere stato stanato… possiamo star sicure che vuole approfondire la nostra conoscenza.

Si tocca i capelli – Toccarsi i capelli mentre si parla con qualcuno che ci interessa è una prerogativa tutta femminile, ma sempre più uomini tradiscono il proprio interesse verso una donna toccandosi e aggiustandosi ripetutamente i capelli. Il meccanismo alla base di questo gesto è lo stesso che spinge noi donne ad adottarlo: la volontà di apparire più belli per scatenare il desiderio nell’altro/a.

contatto1

Attira l’attenzione – Se siamo in un locale o ad una festa e lui, oltre che guardarci ripetutamente, alza il tono di voce, state pur sicure che lo fa per attirare la vostra attenzione e se poi si distacca dal gruppo col quale sta socializzando, ciò vuol dire che sta aspettando che voi lo raggiungiate per iniziare un approccio.

qsE5KQnpKtc

Cerca il contatto fisico: un uomo interessato a una donna non può fare a meno di cercare il contatto fisico con lei: l’attrazione è qualcosa che non si può controllare. Quindi, se il nostro lui ci sfiora “inavvertitamente” mentre ci porge qualcosa e allunga le gambe sotto al tavolo fin sotto la nostra sedia è chiaro che ad interessargli non è solo la comodità della seduta!

 

contatto10Assume una postura rigida e spesso porta le mani ai fianchi: questo comportamento spesso può essere frainteso, quindi occorre fare chiarezza. Una postura molto rigida e il tipico atteggiamento di sfida di tener le mani sui fianchi, possono sembrare comportamenti che vogliano mostrare ostilità. In realtà se vengono assunti da un uomo in presenza di una donna, sono chiari segnali per mostrare la propria prestanza fisica e la propria imponenza. Infatti, assumendo una postura rigida con le mani ai fianchi, i muscoli dell’uomo si irrigidiscono e i bicipiti sembrano più grandi: un modo per dire “guarda come sono grande e forte, scegli me!”.

 

contatto5Attenzione a giacca e cravatta:  la vanità non è una esclusiva prerogativa femminile. Può capitare, infatti, di incontrare qualche maschietto che stia molto tempo davanti allo specchio a sistemarsi. Se però alcuni tendono ad aggiustarsi troppo spesso il colletto della camicia e a giocherellare con i bottoni dei polsini o addirittura ad aprire e chiudere ripetutamente una giacca, state pur certe che lo avete sedotto. Tutti questi atteggiamenti, infatti, sono in realtà inconsci richiami all’atto del denudarsi e quindi segnali inequivocabili della loro disponibilità all’accoppiamento.

contatto14Si avvicina pian piano: seduto sulla sedia di fronte a noi, pian piano si porta al limite della seduta, incrocia le gambe e punta i piedi verso di noi anche se non siamo proprio vicine. Il messaggio è chiaro: sono attratto da te e voglio starti il più vicino possibile.

Non fa mistero dei suoi sguardi: gli uomini timidi, specie nella fase iniziale del flirt, si mostrano sfuggenti di sguardo e di presenza. Quelli sicuri di loro invece non fanno mistero del proprio sguardo “esaminatore”: se beccati a fissarci una determinata parte del corpo continuano nella perlustrazione visiva, vogliono dirci “ti sto studiando per capire quanto mi piaci”.

contatto13Mani sempre occupate: un uomo che si trova di fronte a una donna che lo attrae, subisce un aumento del battito cardiaco e un’impennata di adrenalina; è il classico modo del corpo di manifestare desiderio verso chi ha di fronte. In questi casi l’uomo assume un atteggiamento molto diffuso: accarezza oggetti curvilinei in presenza della donna oggetto del desiderio. Un bicchiere o un portachiavi affusolato possono sembrare antistress nelle mani dei maschietti, ma sono la spia che qualcosa di più profondo sta avvenendo a livello inconscio. Gli oggetti circolari gli ricordano le curve femminili e toccandoli ripetutamente sfoga il desiderio che prova nell’essere al nostro cospetto!

mojkanie-laskanie-tulenie_4 6Ora che i maschietti non hanno più segreti, pronte a trovare il principe azzurro?

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here