La moda delle donne mediterranee: come incorniciare le curve

0
87

clessidra4

 

Flessuose, sensuali e femminili. Ecco tutti gli outfit per valorizzare la silhouette della donna mediterranea. Ispirati anche tu.

La maggior parte delle donne adora andare a fare shopping. Innamorarsi di un vestito in vetrina è facile  ed entrare per provarlo è un’emozione sempre unica. Ma quante di noi, una volta indossato il capo d’abbigliamento, arricciano il naso e pensano “ma perché non mi sta bene?”: stretto sui fianchi, largo in vita, spesso c’è qualcosa che non va, anche se non sappiamo spiegarci cosa sia.

Quasi tutte ci ripetiamo ossessivamente “Basta, devo mettermi a dieta!” senza capire che il nostro corpo può non essere il vero problema.

La verità è che esistono varie tipologie morfologiche di fisico e, di conseguenza, ciò che sta bene ad una donna probabilmente non rende giustizia ad un’altra. Non è un’occasione rara, infatti, osservare donne che  indossano pantaloni a vita bassa pur avendo una vita generosa o minigonne particolarmente succinte, nonostante le gambe non siano proprio il loro punto forte.

Basta quindi un po’ di osservazione, un pizzico di autocritica e qualche consiglio mirato, per trovare l’outfit più adatto al nostro corpo; abiti che sottolineino i pregi del nostro essere donna e sapientemente distolgano l’attenzione da qualche piccolo difetto, per essere sempre belle ed eleganti.

Con il giusto look, tutte possiamo essere splendide, basta sapere come.

Così oggi ci concentreremo sugli outfit adatti alla donna mediterranea, detta anche “donna clessidra“, ovvero un tipo di donna che ha quel che si dice “tutte le curve al punto giusto”: spalle e bacino quasi perfettamente della stessa circonferenza ed un punto vita abbastanza marcato.

La donna clessidra ha un seno pronunciato, dei fianchi rotondi e abbondanti e la vita stretta: esempi calzanti di questa tipologia morfologica sono le meravigliose Marilyn Monroe e Sophia Loren, le dive per eccellenza.

CLESSIDRA COLLAGE

Le curve vertiginose di questo tipo di donna sono già di per sé una prorompente manifestazione di femminilità. Saper incorniciare questo sensuale “essere donna” è una missione che, se portata a termine come si deve, la rende una vera forza della natura.

Ma come deve vestirsi una donna clessidra per risaltare al massimo le sue qualità? Ecco tutti i suggerimenti da seguire.

Maglie e maglioni: per risaltare il vitino di vespa, via libera a maglie e maglioni avvitati e aderenti, possibilmente con scollo a “V” per portare l’attenzione sul generoso decolletè. No assoluto allo scollo  “a barca” che evidenzia troppo le spalle a discapito dei punti forti del busto. Da evitare assolutamente maglioni che cadono abbondanti dal seno o cardigan larghi con i bottoni: scendono come sacchi e nascondono il punto vita.

maglia

Gonne: La gonna è la prima arma di seduzione per una donna clessidra. L’unico modello da evitare in questo caso, è la gonna super stretch, fascerebbe troppo i fianchi e potrebbe risultare eccessiva e un po’ volgare. Semaforo verde invece alla moda di quest’anno in tipico stile anni ’50, che consentirà alla donna a clessidra di indossare gonne a ruota e a palloncino che ingentiliscono la figura e che sono il vero must del momento.

LEGGI ANCHE IL REVIVAL DELLA BELLEZZA FORMOSA ANNI ’50. TUTTI I MUST 2013 PER VALORIZZARE LE TUE CURVE

gonn

Abiti e abitini: il taglio avvitato è l’ideale per questo tipo di corporatura: accarezza gentilmente le curve e risalta la vita stretta. Sì anche allo stile impero per dare importanza al seno, ma facciamo attenzione in fase di prova dell’abito: non deve fare difetto sui fianchi o nascondere il punto vita. Se i fianchi sono particolarmente generosi, scegliamo invece dei modelli svasati. Via libera anche ai vestiti con cintura in vita per sottolinearla e che proseguono fasciando morbidamente i fianchi. Quanto alla lunghezza dell’abito, non ci sono particolari divieti, tranne nel caso in cui non abbiate una statura “vatussiana”. Per le donne più bassine, infatti, è preferibile optare per una lunghezza che non vada oltre il ginocchio.

 

DONNA KARANabito

 

donna mediterranea

Bluse: assolutamente da evitare le bluse dal taglio maschile a meno che non siano sagomate, farebbero difetto in vita e non risalterebbero la figura. Si a bluse avvitate possibilmente incrociate sul davanti, magari con una piccola cintura che fasci in vita e dia importanza al decolletè.

Pantaloni: Per conferire armonia alle curve naturali della donna clessidra, l’ideale sono pantaloni e jeans non troppo aderenti dal ginocchio in giù: una linea dritta o magari un boot cut armonizzano la gamba e aiutano a slanciarne la linea, specialmente se abbinati ad una scarpa col tacco. Da evitare i pantaloni dalla vita troppo alta che appesantirebbero il busto e i modelli “capri” se non abbiamo caviglie sottili o siamo un po’ “bassine”.

Soprabiti: il modello avvitato è l’ideale per la donna clessidra; decisamente out invece il doppio petto: appesantirebbe la figura per il  seno importante.

TRENCHCOLLAGE

E infine le scarpe: l’immancabile tacco slancia la figura e contribuisce a donare un’incedere sinuoso che incornicia perfettamente le curve della donna clessidra. Attenzione però a non scegliere sandali con il cinturino alla caviglia, che non sempre è un punto di forza per questa tipologia di donna. Perfetto il decolletè, un pò meno invece le zeppe, che potrebbe appesantire la figura soprattutto se indossate con minigonne e abiti corti.

6404c276a20f996c577bc46d644ac24f