Le 10 regole d’oro dell’Andid per dire addio alla bilancia

0
215

dieta_a_casa
Sei in sovrappeso? Ecco il decalogo dell’Associazione Nazionale Dietisti per dire addio ai problemi di linea

In occasione della settimana della buona alimentazione, che si protrarrà sino al 18 ottobre, l’Associazione Nazionale dei Dietisti (Andid) ha diffuso dei dati davvero allarmanti. Il 70% degli adolescenti italiani è a dieta o meglio è in dieting: regime alimenare rigidissimo e fai da te per perdere peso in modo veloce e affatto salutare, che causa in loro il cosiddetto effetto jo-jo, ossia dimagrire e riprendere peso subito dopo con qualche chilo in più, sino ad arrivare a veri e propri fenomeni di obesità. 

3805964260Il motivo della diffusione di questo fenomeno ce lo spiega la presidente dell’Andid, Giovanna Cecchetto “Il problema è che si punta sempre al risultato immediato. Al contrario di quanto si pensa, invece, una dieta che funziona non deve essere rigida e austera, ma “sostenibile e piacevole” attenta anche al lato emotivo e alla gratificazione. Il dieting è causa di un comportamento esattamente opposto: il fisico si adatta all’eccessiva condizione di ristrettezza bruciando meno calorie e non si arriva mai al risultato tanto auspicato”.

Ma l’Andid non si ferma qui. Al fine di arginare questa moda dilagante nelle teenagers e non, ha stilato un vero e proprio decalogo del mangiar bene chiamato “Al di la del Piatto“. Dieci regole d’oro da seguire per dire addio alla bilancia in modo sano e duraturo.

Vediamo di cosa si tratta.

messegue1

Al di la del Piatto

le 10 regole del mangiar bene

1 Consuma con regolarità almeno tre pasti al giorno, cominciando dalla prima colazione.

2 A tavola dai la preferenza ai prodotti di origine vegetale (frutta e verdura di stagione, legumi e cereali), possibilmente prodotti localmente (a filiera corta). Le verdure possono essere utilizzate anche per realizzare gustosi primi e secondi piatti. Ricorda: 5 porzioni al giorno tra frutta e verdura.

3 Ad ogni pasto principale inserisci almeno una porzione di cereali e derivati (pane, pasta, riso, mais, patate), privilegiando prodotti integrali e a ridotto contenuto in grassi; non dimenticare mai di aggiungere un piatto “generoso” di verdura cotta o cruda.

4 Non eccedere nel consumo di prodotti di origine animale quali carne, salumi e insaccati, latticini e formaggi: durante la settimana, a pranzo e a cena, alterna la varietà privilegiando la carne bianca, inserisci il pesce (ottimo quello azzurro!) 1-2 volte a settimana, le uova 1-2 volte a settimana e limita i formaggi a 2-3 volte a settimana.

5 I legumi secchi o freschi (ceci, fagioli, lenticchie, fave, piselli) – alimenti che appartengono da sempre alla tradizione gastronomica italiana – possono dar vita, combinati con i cereali, a saporiti ed invitanti piatti unici: introducili nella tua alimentazione almeno due volte a settimana!

6 Preferisci l’olio extravergine d’oliva sia per la cottura che come condimento a crudo; usa strumenti di cottura che permettono di limitarne la quantità.

7 Pianifica, per quanto possibile, il menù settimanale e fai la spesa seguendo una lista degli acquisti preparata a casa. Non lasciarti suggestionare dalle campagne di marketing che invitano ad acquistare sottocosto prodotti alimentari non realmente necessari.

8 Riduci, riusa, ricicla: così non sprecherai, potrai risparmiare e… guadagnare salute!

9 Ricordati di bere spesso: l’acqua di rubinetto va benissimo ma anche infusi o tisane non zuccherate.

10 Vivi una vita attiva: utilizza ogni occasione della tua giornata per muoverti di più.

Se vuoi approfondire o concordare una visita gratuita negli studi dei dietisti dell’Andid, clicca qui www.andid.it o chiama il numero verde 800.97.66.80. 

LASCIA UN COMMENTO