I Tre Ingredienti della Felicità

0
352

ghkgk


Per una vita appagante e felice non bisogna andare lontano…


happy

FELICITA’…

un concetto astratto difficile da definire e diverso dal benessere, perché inerente le dimensioni più profonde e spirituali del nostro essere.

Eppure a volte troviamo felicità in piccole cose: il sorriso di chi si ama, una pizza con gli amici, una battuta detta insieme; ognuna di queste dimensioni della felicità, ogni momento indimenticabile che viviamo e nel quale sperimentiamo quella condizione estatica eppure così teporosa e rassicurante che risponde al nome di felicità, ha una caratteristica fondamentale: la condivisione.

La stragrande maggioranza dei bei ricordi di una vita, diventano tali perché con noi c’è qualcuno da abbracciare, qualcuno con cui festeggiare, semplicemente qualcuno con cui condividere la bellezza del momento.

La dimensione sociale dell’essere umano non si ferma alla necessità di vivere in gruppi per sopravvivere meglio, si traduce piuttosto nella necessità intrinseca dell’uomo di circondarsi di propri simili al fine di ottenere una qualità di vita emotivamente superiore.

Molte di noi si sentono stressate e infelici, circondate da problemi senza rendersi conto di una cosa molto importante: dividere l’esistenza in compartimenti stagni aiuta a non confondere lo stress sul lavoro con l’infelicità casalinga. Se abbiamo problemi in ufficio è facile tornare a casa arrabbiate, sentendoci sfruttate o frustrate e una volta a casa basta un calzino fuori posto o un capriccio del bimbo per innescare un processo distruttivo che ci porta a “spugnare” dell’infelicità lavorativa anche la vita familiare e/o sociale.

NNDTNIn realtà gli spazi di tempo che condividiamo con i nostri cari hanno una precisa funzione speculare: un abbraccio dei bambini, un bacio dell’uomo che amiamo, un pomeriggio tutti insieme al parco; momenti del genere possono essere corroboranti al massimo per la nostra anima e fornire al nostro spirito una sferzata di positività.   

Ma quali sono gli ingredienti principali per vivere una vita felice e appagante? Non sono tanti e non bisogna certo affannarsi a scalare le vette più alte e ripide per conquistarli, essendo  vicini a noi e nel nostro più intimo modo di percepirli e sfruttarli, come ci svelano i risultati delle più accreditate ricerche.

Vediamoli insieme.  


Home is where the heart is


happy

La serenità nel nucleo familiare è fondamentale per la felicità di ogni essere umano: genitori, figli e partner sono le colonne portanti sulle quali costruiamo ogni momento bello della nostra esistenza e l’amore che proviamo per loro è il motivo che ci spinge a tenere duro quando viviamo momenti difficili.

La base per costruire una famiglia, si sa, è una relazione appagante con il partner, se alla radice della nostra convivenza abbiamo stabilito un rapporto di mutua comprensione basato, si sullo scambio di affetto, ma soprattutto sul reciproco rispetto  e sincerità. Avere accanto una  persona amata e che ci ami di rimando, è un tassello imprescindibile per la felicità di ognuno.

Una ricerca britannica ha dimostrato che le donne che si sentono amate tra le mura domestiche, hanno l’80% di possibilità in meno di risentire di situazioni stressanti sul lavoro e non incanalano mai il disagio in fastidiose somatizzazioni: in poche parole, l’amore è la prima linfa della felicità!


La regola degli amici


friendsSecondo moltissimi studi antropologici e sociologici, le relazioni amicali durature e serene nella vita del singolo, contribuiscono significativamente alla serenità e alla condizione di benessere psicologico di ognuno di noi. La ragione di ciò è da ricercare nel bisogno naturale di circondarsi di propri simili che ha l’essere umano.

Indipendentemente dalle condizioni di sopravvivenza e mantenimento biologico, la compagnia dell’altro diletta e alleggerisce il cuore di uomini e donne per molteplici motivi. Condividere le esperienze con gli amici è uno dei più grandi piaceri della vita: chi non ricorda con affetto le marachelle a scuola, le feste universitarie o le cene informali con gli amici di una vita? Il tessuto di relazioni d’amicizia che ognuno di noi si tesse attorno sin dalla più tenera età, è una sorta di cuscinetto utilissimo per attutire la durezza di alcune brutte esperienze che la vita ci riserva: delusioni sentimentali, problemi lavorativi e questioni familiari trovano sempre un orecchio disponibile all’ascolto e una mano tesa pronta ad aiutarci nell’amica d’infanzia.

Ma l’amicizia non è solo supporto reciproco quando il mondo sembra crollarci addosso, quanto piuttosto un interessante confronto riguardo ogni problema che ci si para davanti: spesso quando abbiamo un problema serio che ci affligge siamo in preda all’ansia e non riusciamo a decidere serenamente benché le circostanze richiedano prontezza di ragionamento e scelte sagge.

Siamo esseri umani ed è naturale farsi prendere dal panico, così come lo è non riuscire ad essere obiettive su questioni che ci riguardano da vicino. Ecco che un’amica può offrirci un punto di vista esterno, senza coinvolgimento e per questo estremamente razionale sulle circostanze e sul da farsi: insomma un aiuto prezioso per affrontare ogni decisione con obiettività e serenità.      


Quattro zampe per la vita


Felicità

Secondo uno studio della Queen’s University in Belfast (Irlanda), chi possiede un cane, vede nel lungo periodo diminuire drasticamente le possibilità di contrarre malattie, subisce un rinforzo naturale delle difese immunitarie e conserva a lungo una buona forma fisica. Ciò accade perché un cagnolino, similmente ad un bambino, richiede un impegno costante e innumerevoli attenzioni, senza contare le responsabilità alle quali ottemperare riguardo alla salute del nostro compagno a quattro zampe. Passeggiate all’aria aperta, visite e vaccinazioni, controlli veterinari e giochi al parco sono tutti impegni imprescindibili per ogni padroncino che si rispetti.

Ma i benefici dei cuccioli non si fermano qui. L’amore incondizionato che un cucciolo può donare, aiuta a tenere alto l’umore e le coccole che ci richiede con quegli occhioni languidi, aiutano a regolare la pressione sanguigna e favoriscono il rilascio naturale di ossitocina nell’organismo. Coccole, quindi, che fanno bene a lui ma anche a noi!  


felicità2

Sembra quindi che il cuore, gli amici e la dolcezza di un cucciolo possano essere da soli fonti di felicità. Certo, per quanto possa essere semplice trarre tutti i benefici dall’affetto incondizionato di un amico a quattro zampe, lo stesso non può dirsi per gli altri due ingredienti, non essendo facile né comune a tutti la fortuna di avere nella propria vita un amore eterno e amici sinceri, ma vale la pena concentrare tutti i nostri sforzi per conquistarli, visti gli straordinari benefici che apportano al nostro essere e soprattutto mai smettere di alimentarli una volta conquistati.


 

LASCIA UN COMMENTO