Mai più talloni screpolati

0
507

  piedi-121279_630x210Prendiamoci cura dei nostri piedi

in poche semplici mosse.

Complice il poco tempo, la vita frenetica e il fatto che tendenzialmente ci concentriamo a curare le parti esposte tutto l’anno come viso, decolleté o mani, spesso i nostri cari piedini vengono trascurati in inverno, con la conseguenza che all’arrivo della bella stagione non superano quasi mai la prova del sandalo.

Talloni screpolati, pelle disidratata e ispessita sono i segnali più evidenti, che vanno eliminati in tempo prima di indossare le nostre scarpe estive. Ricordiamoci anche che in estate i talloni si screpolano con più facilità, per essere sempre esposti alla salsedine, al sole e allo smog cittadino.

Vediamo, quindi, come possiamo intervenire con rimedi dell’ultimo minuto e come possiamo prenderci cura dei nostri piedi con regolarità soprattutto in estate.

 

pediluviolavaggio lento e rilassante : procuriamoci un’essenza anti batterica come il tea tree e un preparato farmaceutico ossigenante per piedi stanchi. Basterà anche un cucchiaino di bicarbonato di sodio e qualche foglia di menta. Diluiamo il preparato in acqua calda, che verseremo in una bacinella e immergiamo i piedi per circa 20 minuti: un occasione ghiotta per rilassarci e fare qualche telefonata alle amiche!

LEGGI ANCHE PIÙ BELLE CON IL BICARBONATO: SCOPRI TUTTI I SUOI PREZIOSI UTILIZZI

 

pelli2 idratazione notturna : durante la notte l’epidermide riposa ed è più ricettiva al nutrimento esterno. Quindi, dopo il pediluvio asciughiamoli con cura e applichiamo in dose abbondante una crema molto nutriente specifica per piedi e talloni o in mancanza semplicemente una crema idratante corpo. Indicatissimi i preparati a base di burro di karitè, estremamente nutrienti e riparatori delle pelli più secche e squamate.  Avvolgiamo i piedi in uno strato di pellicola trasparente (quella da cucina per intenderci) per evitare che lo sfregamento notturno con le lenzuola possa rimuovere la crema e per consentire che la crema venga assorbita più in profondità.

come-usare-la-pietra-pomice3 rimuoviamo gli strati indesiderati! Al mattino dopo sciacquiamo accuratamente i piedi e con un guanto di crine o una pietra pomice sfreghiamo la zona interessata per rimuovere accuratamente lo strato di pelle più superficiale e le cellule morte. Attenzione ad effettuare quest’operazione con delicatezza perché si tratta comunque di una zona molto delicata del nostro corpo. Al minimo segno di rossore del tallone significa che abbiamo sfregato abbastanza.

crema4 coccola finale e via : Sciacquiamo i piedi un’ultima volta e asciughiamoli con cura. Stendiamo un velo di crema idratante (è raccomandabile utilizzare una crema nutriente piedi, ma è sufficiente anche un prodotto vellutante corpo, specie in estate) e attendiamo che sia assorbita per indossare i nostri sandali.

Ripetendo quest’operazione 2 volte la settimana per i primi tempi e solo una volta successivamente come cura costante anche d’inverno, i nostri piedi e talloni saranno sempre morbidi e setosi, da sfoggiare tutto l’anno senza bisogno di ricorrere a costose pedicure.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO