Menu delle Feste: il filetto alla Wellington

0
714

wellington

Un secondo gustoso e raffinato per palati très chic

Eccoci sempre più nel vivo del nostro speciale dedicato al menu per le feste: dopo un secondo di pesce ecco un piatto di carne tipico del Regno Unito. A dispetto del suo nome (Wellington, città neozelandese) questo piatto fu dedicato ad Arthur Wellesley dai suoi pluripremiati chef, frustrati dai gusti difficili del duca, che concentrarono in questa raffinatezza ogni tipo di leccornia per accontentare il fine palato del nobile.

Tipicamente britannica, questa ricetta racchiude un filetto, il più pregiato taglio di carne bovina, all’interno di un saporito abbraccio di funghi freschi e prosciutto, completando con una raffinata “Croute” di fragrante sfoglia.

Portato alla ribalta dal popolare e schietto chef d’oltremanica Gordon Ramsey, il filetto alla Wellington è un piatto elaborato ma che se preparato a dovere sarà un vero regalo per i nostri ospiti!

urIngredienti: 

100 gr di prosciutto crudo San Daniele (che sia al punto giusto, dev’essere dolcissimo)

500 gr di funghi champignon freschi

un filetto di manzo magro da circa 1 kg

senape, sale, pepe

olio extravergine d’oliva

burro

1 rotolo di pasta sfoglia

un uovo

Procedimento

Puliamo meticolosamente i funghi e tagliamoli a cubetti, frulliamoli per qualche secondo in modo che rimangano ancora a pezzettoni, poniamoli in una padella a cuocere con un filo d’olio. Cuociamo a fuoco medio fino e mettiamo il tutto da parte.

In una padella facciamo sciogliere una noce di burro e scottiamo il filetto molto velocemente da entrambe le parti (la cottura in padella del filetto può essere prolungata, a seconda dei gusti dei commensali, anche se si raccomanda in questa fase un filetto molto al sangue).

Disponiamo sulla spianatoia un foglio di pellicola piuttosto grande e ricopriamolo con il prosciutto facendo attenzione a non lasciare spazi vuoti, versiamo i funghi cotti sul prosciutto e aiutandoci un con un mestolo stendiamo i funghi su tutta l’area coperta dal prosciutto.

Spennelliamo ora il filetto con un cucchiaio di senape e avvolgiamoci attorno la pellicola con il condimento, stringendo bene ai lati e arrotolando la pellicola in eccesso come fosse una caramella gigante; poi facciamo riposare in frigo per almeno un’ora.

well

Stendiamo poi sulla spianatoia il rotolo di sfoglia e in una ciotola sbattiamo leggermente l’uovo con una forchetta.

Tiriamo fuori la carne dal frigo e poggiandola al centro della sfoglia eliminiamo la pellicola con delicatezza, facendo attenzione che funghi e prosciutto non vengano via nell’operazione.

Chiudiamo il nostro filetto nella pasta sfoglia come in un bozzolo, praticando dei forellini con una forchetta o uno stuzzicadenti per facilitare la cottura, se avanza della pasta sfoglia possiamo sbizzarrirci con formine e decorare il filetto con foglioline o striscioline.

Spennelliamo con l’uovo sbattuto e facciamo cuocere in forno già caldo, ventilato, per circa 30 minuti a 180°.

Si raccomanda di sfornare qualche tempo prima del pasto per far si che il patè di funghi si compatti bene e la sfoglia non si sfaldi; contorno ideale: un semplice purè di patate fatto in casa è l’ideale accompagnamento per bilanciare un secondo così elaborato e saporito.

Piccola tip: evitiamo di usare il sale nella cottura dei funghi , il sale che il prosciutto crudo ha di natura dovrebbe bastare.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO