Occhi stanchi: tutti i rimedi per coccolarli

0
443

occhi1

Sei stressata e i tuoi occhi lo rivelano? Rimedia così e in men che non si dica ritroverai lo sguardo di un tempo

Gli occhi sono lo specchio dell’anima. Attraverso lo sguardo piangiamo, sorridiamo e viviamo a pieno la totalità delle emozioni umane; proprio per questo, occhi stanchi, borse e occhiaie sono il segno inequivocabile che abbiamo accumulato stanchezza, insomma e stress.

Il contorno occhi è anche la zona del viso più soggetta alle cosiddette “rughe d’espressione”, zampe di gallina e solchi dell’epidermide davvero antiestetici.

Ma perché proprio gli occhi soffrono così tanto dei segni del tempo e dello stress?

Semplicemente perché l’epidermide attorno agli occhi, quella di palpebre e occhiaie, è molto sottile e delicata, quindi i prodotti idratanti e nutrienti tradizionali per la cura del viso non sono indicati per trattare queste zone.


Stanchezza? Ecco i campanelli d’allarme


tired

Quando la vita è una corsa continua, mangiamo male e poco e dormiamo anche meno, i nostri occhi ne risentono più che mai. Trascurare la propria salute non significa solamente rimandare l’appuntamento col medico, ma anche pretendere da noi stesse e dal nostro corpo gesta sovrumane e ritmi massacranti che ci portano all’accumulo di stress e sonno arretrato.

Per contrastare lo stress e agire attivamente per preservare la freschezza del nostro sguardo, dobbiamo innanzitutto , è proprio il caso di dirlo, aprire gli occhi quando ci guardiamo allo specchio e imparare a decifrare i segnali che i nostri occhi ci mandano quando siamo troppo stanche e stressate.

Quando affrontiamo periodi particolarmente stressanti, il nostro corpo produce naturalmente grandi quantità di cortisolo,  una sostanza che mette l’organismo in stato di allerta e ne inibisce la capacità di trattenere acqua. Risultato: l’epidermide si secca facilmente e si assottiglia progressivamente man mano che lo stress diventa cronico.

Il nostro viso così si disidrata e progressivamente perde luminosità, l’elasticità dei tessuti diminuisce e assumiamo il classico colorito spento da “nottata in bianco”.

Ma i danni della eccessiva produzione di cortisolo non si fermano qui: la pelle, privata di buona parte dell’acqua di cui avrebbe bisogno, inizia a disidratarsi, in particolare dove è più fine e delicata, ovvero sul contorno occhi: ecco che appaiono rughette mai viste prima e iniziano a fare capolino le zampe di gallina.

La riduzione delle ore di riposo notturno porta poi alla formazione di rigonfiamenti sotto gli occhi (le cosiddette “borse” e contribuisce alla formazione di occhiaie sempre più scure man mano che l’insonnia aumenta.


Coccole per il colorito spento


coccole

E’ proprio nei periodi più impegnativi, quando lavoro e casa sembrano coalizzarsi per non farci fermare un minuto per prender fiato, che abbiamo più bisogno di distenderci. Il nostro viso ha un modo tutto speciale di manifestare le proprie necessità: improvvisamente assumiamo un’espressione stanca, la pelle perde luminosità e sembriamo invecchiate di due anni nel giro di qualche settimana. Rimanere sorde alle richieste d’aiuto del nostro organismo non farà che peggiorare la situazione, quindi meglio ritagliarci un po’ di tempo per noi stesse, per distendere i nervi e dedicarci a trattamenti nutrienti e rilassanti.

Basta un’oretta, una sera a settimana, per la cura del viso, magari quando i bambini sono andati a letto e il marito sonnecchia sul divano. Il momento è perfetto per chiudersi in bagno, fare una lunga doccia aromatica con tanto di maschera nutriente per i capelli e dedicarci alla cura della nostra pelle.

Ecco come

1. Partiamo già da sotto la doccia con un detergente delicato per il viso, basterà formare una leggera schiuma nel palmo della mano e detergere delicatamente il volto dalla fronte fino al collo.

2. Con la pelle ancora bagnata, applichiamo un esfoliante fatto in casa con olio di mandorle dolci, zucchero e miele: i granelli dello zucchero aiutano a rimuovere le cellule morte che ci danno quel caratteristico colorito spento, mentre miele e olio di mandorle dolci nutrono la pelle in profondità.

2. Applichiamo una maschera ai fanghi del Mar Morto (solo se la nostra pelle non è molto delicata). Questi particolari fanghi aiutano l’ossigenazione del tessuto epidermico e aiutano a rimineralizzare la grana della pelle in profondità. Il tempo di posa è di circa 15 minuti: l’ideale per rilassarsi in accappatoio leggendo qualcosa.

3. Dopo aver rimosso la maschera con un dischetto di cotone e dell’acqua tiepida e asciugato tamponando con un panno in cotone, applichiamo un tonico rivitalizzante con piccoli movimenti delle dita, molto lentamente in modo che si assorba alla perfezione. Se abbiamo la pelle molto delicata possiamo applicare in luogo del tonico un’infusione di camomilla e malva, emollienti e calmanti.

4. Coccoliamo infine il nostro viso con una crema supernutriente (l’ideale per la notte sono i prodotti a base di olio di argan e burro di karitè) con lenti movimenti circolari verso l’esterno, protraendo il massaggio fino al collo.

La lentezza del procedimento e le fragranze dei nostri prodotti di bellezza ci culleranno in un’estasi di relax e ci prepareranno a una notte di sonno appagante.


I rimedi fai da te


stress rimedi2Tutte odiamo avere un aspetto sfatto e le borse sotto gli occhi sono un problema da non sottovalutare, specialmente perché troppe volte il make up invece di nasconderle le esalta in maniera imbarazzante. Ecco tutti i rimedi casalinghi per contrastare gli inestetismi provocati dalla stanchezza sui nostri occhi.

– Per prevenire borse e gonfiori al viso è buona abitudine limitare l’assunzione di cibi molto salati, grassi e bevande gassate: il sale in eccesso causa ritenzione idrica e porta tutto l’organismo a “gonfiarsi”, compresi gli occhi.

– Se ci siamo svegliate con le borse sotto gli occhi, le classiche fette di cetriolo sono un ottimo rimedio dell’ultimo minuto, purché il cetriolo venga dal frigo. Se siamo in inverno (e i cetrioli sono rari)potremo tritare una patata cruda e farne una fascia riponendone la poltiglia in una garza sterile.

– Se abbiamo dimenticato di fare la spesa e non abbiamo questi due ortaggi in casa, due bustine di tè lasciate in infusione e fatte freddare in freezer sgonfieranno gli occhi più insonni: il tè contiene tannini, microparticelle in grado di riattivare la circolazione locale e favorire la decongestione della zona contorno occhi in pochi minuti.


Massaggio oftalmico antirughe e rilassante


massaggio

Infine un massaggio per i nostri occhi, da effettuare ogni qual volta ci sentiamo stanche o stressate, che ci rilasserà e riattiverà la circolazione della zona contorno occhi grazie ai movimenti circolari lenti e continui.

Trattandosi di una zona molto delicata dovremo utilizzare per il massaggio il solo dito anulare di entrambe le mani (un dito per occhio), perché se facessimo forza con le altre dita, potremmo irritare i capillari.

Poggiando delicatamente gli anulari sull’angolo interno degli occhi e procediamo massaggiando lentamente con movimenti circolari, prima verso l’esterno poi verso l’alto, invertiamo il movimento e torniamo al punto di partenza. Ripetiamo per un minimo di 10 volte e per quanto ne abbiamo voglia. Il massaggio nella zona oculare per moltissime persone ha un eccezionale effetto calmante, quasi soporifero. Provare per credere!

Coccola i tuoi occhi stanchi 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO